SCUOLA DI FORMAZIONE CINOFILA

La Scuola si propone innanzitutto di diffondere una sana Cultura Cinofila che abbia a cuore in primis il Rispetto e Benessere del cane, riconoscendolo come Diversita’, un Essere senziente in grado di apprendere.

Nel Centro viene bandita ogni forma di coercizione.

Nella Scuola vengono organizzati eventi, stages, seminari formativi, corsi per allevatori,operatori pet therapy, addestratori ed Handlers.

I servizi che offre il Centro sono rivolti un po’ a tutti dal semplice proprietario ,che deve imparare a gestire il suo cane, a chi possiede un cane di razza e decide di portarlo in Expo’, poiche’ non basta che un cane sia bello ma deve anche sapersi presentare per poter essere competitivi.

Ottimo Centro di formazione per chi decide di investire sulla propria persona e trasformare quella che puo’ essere una sua passione Cinofila in una vera e propria professione da noi puo’ formarsi a 360 gradi!!!

Puo’ diventare infatti un addestratore, un handler ovvero un bravo conduttore di cani di razza nelle Esposizioni di bellezza, un Operatore di Pet Therapy e fare attivita’ assistite con gli animali.

PET THERAPY

Nel nostro Centro offriamo anche questo genere di “servizio” ovvero progettiamo dei percorsi di terapie assistite con gli animali, da applicare a vari contesti.

Siamo assolutamente contrari ad una concezione zootecnica, che vede il cane “addestrato da pet therapy” alla stessa stregua del cane che fa “agility”, e che “lavora” 10 ore al giorno in una struttura, non badando affatto al suo benessere, ma anche sottovalutando l’inefficacia della co-terapia nei confronti dell’utente. Oggi anche questa “pratica” e’ diventata un business, molte persone pensano che sia sufficiente portare un cane e farlo pettinare, per fare un buon lavoro, senza alcuna preparazione a monte degli stessi operatori.

Al contrario è necessario partire dalla relazione tra il cane che in quel momento “lavora” e il proprio conduttore poichè è proprio da un buon binomio che scaturiscono gli effetti beneficiali della Pet Therapy.

La Pet therapy infatti non è una terapia, ma una co-terapia che affianca generalmente una terapia tradizionale, si basa esclusivamente sull’interazione uomo–animale ed ha lo scopo di aiutare e rafforzare le terapie in corso, puo’ essere impiegata su pazienti affetti da molteplici patologie con finalita’ di miglioramento comportamentale, fisico, cognitivo, psichico – sociale, psicologico-emotivo.

E’ fondamentale saper individuare l’animale corretto per il singolo soggetto-paziente (da qui l’importanza di coinvolgere figure professionali ben definite tipo l’Etologo) in base a moltissimi fattori che entrano in campo nelle sedute, preferenze personali, allergie, zoofobie, capacita’ fisiche e psichiche, tenendo conto infine della risposta emotiva ottenuta dopo i primi incontri.

ZOOANTROPOLOGIA DIDATTICA

La Zooantropologia didattica studia e insegna la relazione uomo-animale nelle sue molteplici forme, attraverso tale relazione con gli animali si cerca di lavorare su alcune aree dello sviluppo sia infantile che adoloscenziale, sia come potenziamento che come riabilitazione..

Alla base c'è lo studio della diversità e dei punti di contatto.

Viene superato il termine di “ inferiore” che da tempo accompagna gli animali.

Un progetto di Zooantropologia didattica ( ZD) e’ molto utile , ha un’enorme valenza educativa perche’ stimola nel bambino:

EMPATIA: prendersi cura di un animale, soprattutto imparare a farlo e’ un esercizio per sviluppare l’empatia.

INTERESSE PER IL DIVERSO: Imparare la tolleranza e il rispetto

RISPETTO: il rispetto nasce proprio dal riconoscimento della diversita’

SENSO DI RESPONSABILITA’: deriva dall’impegno nel prendersi cura di un animale

PENSIERO CRITICO E CAPACITA’ DI ANALISI: si insegna ai bambini un corretto modo di porsi difronte alla diversita’, partendo proprio dall’incontro diretto con gli animali.

CONOSCENZA DEL CANE: tale conoscenza fondamentale per prevenire morsicature e incidenti.

AUMENTO DELL’AUTOSTIMA: insegnando ai bambini piccoli esercizi da fare con il cane, tipo il comando “seduto” il bambino si sente gratificato dal successo ottenuto.

IMMAGINAZIONE: Si sviluppa l’immaginazione attraverso l’espressione grafica, i bambini si esprimono liberamente attraverso disegni che rappresentano il loro modo di vedere l’animale.

INTEGRAZIONE: imparando a rispettare l’animale il bambino accresce il rispetto verso gli altri.

Nelle varie sedute di ZD non sempre si ritiene necessaria la presenza dell’animale, soprattutto durante i primi incontri.